g-mobility: verso l’economia circolare nel settore dei trasporti europeo

/g-mobility: verso l’economia circolare nel settore dei trasporti europeo

g-mobility: verso l’economia circolare nel settore dei trasporti europeo

La Natural & Bio Gas Vehicle Association (NGVA Europe) e la European Biogas Association (EBA) hanno pubblicato un documento congiunto, una roadmap dedicata alla g-mobility (gas naturale e rinnovabile) e al suo ruolo significativo nel mitigare le emissioni di gas serra (GHG) muovendosi rapidamente verso soluzioni a zero emissioni di carbonio per un trasporto più sostenibile.

Il concetto di g-mobility sta per gas naturale in veste di carburante per trasporti, abilitatore di una mobilità più pulita e a basse emissioni. g-mobility ha un grande potenziale, può contribuire significativamente alla decarbonizzazione e al miglioramento della qualità dell’aria.

Le stime sull’evoluzione del mercato europeo dei mezzi pesanti a gas naturale mostrano un trend che può raggiungere i 13 milioni di veicoli nel 2030, ossia un fattore x 10 rispetto alla situazione attuale. Questo riguarda sia il settore autoveicoli sia quello dei mezzi pesanti. Gli autobus urbani e gli autobus alimentati a gas naturale vedranno una penetrazione di mercato del 33% e il trasporto merci, basato su GNC e GNL, raggiungerà una quota di mercato del 25%, offrendo così una reale alternativa al gasolio convenzionale anche per le missioni a lunga percorrenza.

Parallelamente a questa evoluzione, aumenterà anche la produzione di gas rinnovabile: nel 2030 una stima prudenziale mostra una produzione di circa 45 miliardi di metri cubi (oggi siamo a circa 2 miliardi di metri cubi). Ciò consentirà teoricamente di superare l’intera domanda di combustibile dei 13 milioni di unità di flotta (circa 30 miliardi di metri cubi). Tuttavia, secondo le stime dell’NGVA e dell’EBA, nel 2030 il valore medio del gas rinnovabile utilizzato nel settore dei trasporti in Europa sarà di circa il 30%. Ciò si tradurrà in un contributo molto concreto alla decarbonizzazione: Il 30% di gas rinnovabile consentirà una riduzione delle emissioni di gas serra di oltre il 45% rispetto ai combustibili convenzionali sulla base del principio “dal pozzo alla ruota”. Se si considera il potenziale di utilizzo dell’80% di miscele di gas rinnovabili, sarà possibile inoltre ottenere una completa indipendenza delle emissioni di carbonio.

È fondamentale che il quadro legislativo si mantenga in questa fase aperto a tutte le soluzioni: i trasporti avranno bisogno di un’integrazione intelligente dei diversi approcci tecnologici, compresa, naturalmente, l’elettrificazione, e l’industria dovrà fare leva sulle migliori combinazioni di motori efficienti e carburanti puliti e rinnovabili. In questa prospettiva, g-mobility risulta una soluzione chiave, in grado di contribuire immediatamente a una più rapida accelerazione verso un sistema di trasporto pulito e decarbonizzato.

Fonte: NGVA Europe/ngvjournal.com

By |2018-09-12T14:56:59+00:00settembre 12th, 2018|Slider|0 Comments

Leave A Comment

Powered by WishList Member - Membership Software