Le flotte logistiche irlandesi chiedono al governo di dare priorità all’apertura della stazione di GNC

/Le flotte logistiche irlandesi chiedono al governo di dare priorità all’apertura della stazione di GNC

Le flotte logistiche irlandesi chiedono al governo di dare priorità all’apertura della stazione di GNC

FTA Ireland (FTAI), l’organismo leader che rappresenta l’industria logistica del paese, chiede al Ministro delle Comunicazioni, dell’Azione per il Clima e dell’Ambiente di dare priorità all’apertura dei siti di rifornimento di GNC nel paese, se si vuole che il settore sia in grado di raggiungere i propri obiettivi di riduzione delle emissioni entro il 2025. I membri di FTAI hanno già investito in nuovi veicoli a gas naturale

Nel paper CNG Now! pubblicato il 14 novembre, il gruppo di lavoro di FTAI sulle tecnologie alternative ha sollecitato il governo irlandese a dare priorità al sostegno e alle infrastrutture per il settore del trasporto merci e della logistica, in modo che le nuove tecnologie per carburanti più puliti possano essere adottate a livello nazionale e che gli obiettivi di qualità del clima e dell’aria siano raggiunti. “Senza un numero sufficiente di siti di rifornimento di GNC in tutto il paese, il settore logistico sta semplicemente allungando i tempi, invece di passare al GNC e ad altri carburanti alternativi che ridurranno i livelli di emissioni e miglioreranno la qualità dell’aria”, ha dichiarato Aidan Flynn, Direttore Generale di FTAI.

“Inoltre, l’impegno assunto dal governo di fissare un’accisa di 9,36 euro per megawattora deve essere esteso al 2030 (come ha fatto il Regno Unito), in quanto il tempo a disposizione è in calo, anche se non abbiamo siti di rifornimento aperti”, ha commentato. “È essenziale lavorare sulla fiducia dell’industria nel fatto che i nuovi carburanti alternativi siano opzioni sostenibili e praticabili. Le priorità includono la facilità di accesso alla rete di rifornimento e i siti di rifornimento collocati strategicamente lungo le rotte commerciali più battute”.

“Gas Networks Ireland ha lavorato sodo per portare il gas in luoghi strategici nei quali realizzare i siti di rifornimento. Per sostenere gli sforzi dell’industria logistica nella riduzione delle emissioni, è ora fondamentale che i regolatori dell’energia siano specificamente incaricati di accelerare il loro lavoro nell’apertura delle stazioni di GNC e di ridurre la regolamentazione relativa alla vendita di gas a flotte da parte di terzi”, ha aggiunto Flynn.

L’UE ha votato l’adozione di una politica di riduzione delle emissioni di CO2 per i veicoli commerciali pesanti che prevede l’obbligo di ridurre le emissioni del 15% entro il 2025 (rispetto alle prestazioni del 2019) e di almeno il 30% entro il 2030 (da rivedere nel 2022). Camion, autobus e pullman producono circa un quarto delle emissioni di CO2 prodotte dal trasporto su strada nell’UE e circa il 6% delle emissioni totali di CO2 dell’UE. A questo obiettivo possono contribuire i camion dedicati al gas naturale.

Fonte: FTAI/ngvjournal.com

By |2018-12-06T12:02:04+00:00dicembre 6th, 2018|Slider|0 Comments

Leave A Comment

Powered by WishList Member - Membership Software