L’Italia esplora l’adozione del gas naturale e del biogas per i veicoli delle Forze Armate

/L’Italia esplora l’adozione del gas naturale e del biogas per i veicoli delle Forze Armate

L’Italia esplora l’adozione del gas naturale e del biogas per i veicoli delle Forze Armate

Il Ministero della Difesa italiano si propone di promuovere l’energia pulita e la mobilità sostenibile e ha firmato un Memorandum d’Intesa con Snam per esplorare le possibilità di utilizzo di gas naturale e biometano per i veicoli delle Forze Armate con l’obiettivo di ridurre l’impatto ambientale dei viaggi di media e lunga distanza. L’accordo è stato firmato a Palazzo Aeronautica dal Sottosegretario Angelo Tofalo, dall’Amministratore Delegato di Snam Marco Alverà e dall’Amministratore Delegato dei Servizi di Difesa Fausto Recchia.

 “Rendere più efficiente il settore della Difesa è uno dei nostri obiettivi principali, e lo stiamo perseguendo attraverso approcci innovativi e progetti sostenibili. Questa collaborazione rappresenta un’importante opportunità per sviluppare partnership con il mondo industriale. Le partnership per ulteriori ricerche e scambi tecnologici, in linea con la Defense Energy Strategy, permetteranno di ridurre le emissioni e migliorare la qualità dell’aria nelle città”, ha dichiarato il Sottosegretario Tofalo.

Anche Alverà ha commentato: “Siamo molto felici di lavorare con il Ministero della Difesa nella mobilità sostenibile del gas naturale e del biometano, avviando una forte partnership in un settore in cui siamo leader di mercato, sia in Europa che nel mondo grazie a una flotta di circa 1 milione di veicoli e a una rete di circa 1.300 distributori. Snam è da tempo impegnata a promuovere l’utilizzo di energie rinnovabili e gas naturale per la mobilità: nel piano per il 2022, abbiamo previsto oltre 200 milioni di euro di investimenti nella transizione energetica”.

L’accordo, promosso dalla Energy Project Structure (SPE), avvierà uno studio di fattibilità tecnico-economica per l’installazione di sistemi di rifornimento per i veicoli alimentati a gas naturale nelle aree di Difesa limitrofe. Ciò consentirà anche un duplice uso pubblico-privato e la parziale e progressiva riconversione della flotta militare. “La collaborazione tra il Ministero della Difesa e Snam fa parte del nostro impegno complessivo volto a ridurre la spesa energetica e l’impatto ambientale sul territorio, attraverso elementi strategicamente importanti delle reti di approvvigionamento e distribuzione dell’energia a ridotto impatto ambientale che possono essere utilizzati per un duplice uso”, ha dichiarato il Direttore di SPE, Generale Francesco Noto.

Fonte: Snam/ngvjournal.com

By |2018-11-29T17:39:34+00:00novembre 29th, 2018|Slider|0 Comments

Leave A Comment

Powered by WishList Member - Membership Software