Parlando a Folha de Sao Paulo, il ministro dell’energia brasiliano Bento Albuquerque ha dichiarato che il Brasile provvederà a convertire al gas naturale la propria flotta di mezzi pesanti. Inoltre, si prevede la sostituzione delle centrali termiche a gasolio con altre a gas naturale, il che avrà un impatto anche sulla crescita del consumo nazionale di questo carburante alternativo.

Secondo l’esperto brasiliano Bruno Epiro, le nuove scoperte nel bacino del Sergipe, insieme all’aumento della capacità produttiva del Presal, “aumenteranno significativamente la quantità di gas naturale nel Paese”. Tuttavia, i calcoli ministeriali richiedono un impegnativo anticipo del 35%.

A questo proposito, l’Argentina potrebbe approfittare del crescente consumo di gas naturale nel paese vicino, se continua ad aumentare i suoi livelli di produzione grazie allo sviluppo del sito di Vaca Muerta.

Nel caso del gas naturale per veicoli, il metodo più consigliato è il GNL, in quanto consente un’autonomia maggiore. In questo senso, l’impianto di liquefazione che YPF sta progettando di installare a Bahía Blanca accresce la propria attrattività commerciale. Dei 20 milioni di metri cubi al giorno che YPF vuole esportare attraverso Bahía Blanca, la metà potrebbe andare in Brasile, lasciando il resto ai mercati asiatici che sono quelli che acquistano più GNL.

Il Brasile ci avrebbe come fornitore di GNL più competitivo per una questione di distanza e per gli accordi di integrazione economica che facilitano lo scambio”. Sarebbe un’opportunità molto interessante che può portare a un corridoio di GNL capace di ridurre anche i costi di produzione regionale”, ha detto Cristian Alonso, ingegnere industriale argentino e consulente energetico, al quotidiano La Política Online.

“Il mercato brasiliano rappresenterebbe una domanda molto importante per le dimensioni del suo parco automezzi e per l’immensità del suo raccolto che ora viene trasportato a gasolio. A sua volta, il nuovo impianto potrebbe anche rifornire l’Uruguay e aprire le porte ad altri tipi di trasporto, come il marittimo e il ferroviario, che oggi stanno iniziando a passare al gas naturale”, ha aggiunto Alonso.

Fonte: ngvjournal.com