Il 25% della flotta automobilistica boliviana è stata convertita a metano per consentire un risparmio di oltre 275 milioni di dollari sui costi per il paese, ha dichiarato il direttore dell’Ente Esecutore per la Conversione dei Veicoli a gas naturale (EEC-GNV) Alejandra Huaylla.

“Negli ultimi cinque anni la flotta di veicoli della Bolivia ha mostrato un significativo tasso di crescita grazie alla politica statale attuata dal Ministero degli Idrocarburi”, ha detto Huaylla durante la sua presentazione sul “Sistema Integrale di Trasporto Ecocompatibile”, nell’ambito della seconda versione della “Settimana degli Idrocarburi – Gas, Petrolchimici e Carburanti Verdi”.

Ha spiegato che una delle maggiori sfide che l’America Latina e la Bolivia dovranno affrontare è quella di raggiungere un consumo energetico efficiente nell’ambito della sovranità, della sicurezza energetica e della riduzione dei gas a effetto serra. In tale contesto, ha aggiunto che la quota maggiore dei consumi energetici risiede nel settore dei trasporti.

Attraverso il Ministero degli Idrocarburi, l’ente collabora con i governi subnazionali al fine di sviluppare e implementare il ‘SIT-GNV’ (Sistema Integrale di Trasporto Ecocompatibile NGV). “Vogliamo promuovere il gas naturale con la tecnologia CNG e LNG. L’ente è responsabile della standardizzazione, certificazione, autorizzazione, esecuzione, monitoraggio e controllo di queste nuove tecnologie”, ha aggiunto Huaylla.

L’Agenzia Nazionale Idrocarburi (ANH) svolgerà invece la gestione regolatoria per l’espansione della commercializzazione e distribuzione del GNC attraverso stazioni di rifornimento e laboratori di conversione e riqualificazione. Allo stesso tempo, YPFB implementerà le stazioni di servizio per queste nuove tecnologie al fine di garantire sostenibilità, accessibilità e sicurezza insieme alle amministrazioni comunali e dipartimentali.

Fonte: EEC-GNV/ngvjournal.com