L’Europa concorda l’obiettivo finale di riduzione delle emissioni di CO2, compresi i combustibili rinnovabili

/L’Europa concorda l’obiettivo finale di riduzione delle emissioni di CO2, compresi i combustibili rinnovabili

L’Europa concorda l’obiettivo finale di riduzione delle emissioni di CO2, compresi i combustibili rinnovabili

Il terzo “Clean Mobility Package”, pubblicato a maggio, presenta i primi standard di emissione di CO2 per i veicoli pesanti. Come previsto, è stato accolto con favore da NGVA Europe, ma con la premessa che debba sostenere un percorso tecnologicamente neutrale verso l’obiettivo finale. In questo contesto, anche considerando gli impegnativi obiettivi di riduzione, NGVA Europe apprezza l’esito dei negoziati in cui, per la prima volta nella legislazione europea sulla mobilità, verrà sviluppata una metodologia che punta a ridurre le emissioni di CO2 generate grazie all’impiego di combustibili rinnovabili.

Questo rappresenta un passo cruciale per l’utilizzo di gas rinnovabile (dal biometano al metano sintetico) nel settore dei trasporti. La metodologia dovrebbe essere in grado di coniugare il risparmio di CO2 derivante dalla produzione del carburante con quello relativo al consumo. Chiudendo così il cerchio del bilancio delle emissioni a livello well-to-wheel.

Si tratta di un messaggio chiaro e positivo sia per i costruttori di veicoli sia per i produttori di biocarburanti. L’elettrificazione del trasporto merci non è destinata a crescere rapidamente: una tale disposizione consentirà quindi ai produttori di autocarri di fornire al mercato una soluzione complementare e accessibile, contribuendo al tempo stesso agli ambiziosi obiettivi ambientali e pianificando di conseguenza gli investimenti. Una volta sviluppata, la metodologia potrà rappresentare un punto di partenza e creare effetti positivi anche per altri segmenti di veicoli e modalità di trasporto, in quanto sarebbe applicabile a molti tipi di carburanti biologici e sintetici.

Il segretario generale Andrea Gerini ha dichiarato: “L’accordo raggiunto sullo sviluppo di tale metodologia nella clausola di revisione è un passo importante per iniziare a muoversi verso un approccio più globale al cambiamento climatico, dove tecnologie e combustibili devono inteconnettersi insieme. Ciò contribuirà anche a creare una reale domanda di mercato per le energie rinnovabili in Europa. NGVA Europe e i suoi membri sono pronti a dare un sostegno con le proprie competenze e a collaborare con la Commissione europea a questo importante processo”.

Fonte: NGVA Europe/ngvjournal.com

By |2019-03-04T11:38:31+02:00Marzo 4th, 2019|Senza categoria|0 Comments

Leave A Comment

Powered by WishList Member - Membership Software