Madrid sta rinnovando il servizio dei punti mobili di pulizia della città (veicoli itineranti appositamente progettati per svolgere le funzioni di raccolta di rifiuti facilitandone il riciclaggio o il successivo smaltimento) con l’incorporazione di dieci nuovi e moderni veicoli più ecologici, alimentati a gas naturale compresso e dotati del marchio ECO della DGT (Direzione Generale per il Traffico) spagnola. Questi veicoli hanno un’autonomia di circa 300 chilometri e 136 CV.

Inoltre, le placche indicative delle posizioni in cui si trovano sono state modificate per essere localizzate più facilmente dai vicini. Nei prossimi mesi verrà segnalato anche il marciapiede su cui si trovano. L’Area Ambiente e Mobilità ha anche modificato il tradizionale disegno della scacchiera di questi camion per un’immagine più moderna, colorata e suggestiva che funge da attrazione per i vicini e permette loro di essere facilmente localizzati. I carrelli sono costituiti da un corpo metallico fisso, suddiviso in scomparti, destinati ad ospitare bidoni per il deposito di diversi tipi di rifiuti e sono dotati di una scala pieghevole con ringhiera per accedere al magazzino.

Per diversi anni, la città ha avuto, come elemento complementare del modello di gestione dei rifiuti domestici implementato in città, una rete di punti puliti fissi, mobili e di prossimità al servizio dei cittadini.

I punti di pulizia fissi sono operativi a Madrid da più di 25 anni. Attualmente sono 16 in città e, per facilitare il riciclaggio ai cittadini che non possono raggiungerli facilmente, la città ha 350 punti puliti mobili, di cui circa 20 sono stati aggiunti di recente. Oltre al rinforzo di questo camion nei punti puliti mobili, sono state installate 50 nuove unità di punti puliti di prossimità che rafforzeranno ulteriormente il sistema e faciliteranno la separazione alla fonte.

Fonte: Madrid City Council/ngvjournal.com