Vitaly Markelov, Vice Presidente del Comitato Direttivo di Gazprom, ha firmato oggi al 9° Forum Internazionale del Gas di San Pietroburgo una serie di documenti con i responsabili di diverse aziende e regioni russe per incentivare l’uso del gas naturale come carburante per veicoli.

Con Maxim Shaskolsky, vice governatore di San Pietroburgo, è stata firmata una tabella di marcia per lo sviluppo accelerato del mercato dei veicoli a gas naturale fino al 2024.

In base al documento, Gazprom amplierà la rete di rifornimento di gas naturale della città da 6 a 25 impianti e creerà nuovi centri di servizio per la conversione e la manutenzione dei veicoli a gas naturale. Il governo di San Pietroburgo lavorerà inoltre per incrementare il numero di veicoli a gas nelle flotte di servizi di manutenzione stradale e nelle imprese di trasporto passeggeri.

Una tabella di marcia fino al 2024 è stata firmata con Mikhail Moskvin, vicepresidente per l’edilizia del governo della regione di Leningrado.

Gazprom gestisce quattro impianti di rifornimento di gas naturale liquefatto (NGV) nella regione di Leningrado e prevede di realizzarne fino a 22, anche attraverso la costruzione di stazioni di rifornimento di gas naturale liquefatto e compresso nei distretti di Boksitogorsky, Vsevolozhsky, Vsevolozhsky, Vyborgsky, Kirovsky, Lomonosovsky, Luzhsky, Priozersky, Slantsevsky e Tosnensky, nonché nel distretto di Sosnovoborsky.

Il governo della regione di Leningrado garantirà, tra l’altro, la formulazione e l’attuazione di misure volte a incoraggiare l’acquisto di veicoli a gas naturale e la conversione delle automobili per consentire l’uso del gas naturale come carburante per veicoli da parte di organizzazioni di ogni tipo e di privati.

Un altro progetto comune per lo sviluppo accelerato del mercato dei veicoli a gas naturale sarà realizzato nella regione di Kaliningrad. La tabella di marcia fino al 2024 è stata firmata con Alexander Rolbinov, vicepresidente del governo della regione di Kaliningrad.

Secondo la tabella di marcia, la rete di rifornimento di gas di Gazprom nella regione sarà ampliata da 5 a 13 unità. Al posto delle piattaforme per i rifornitori mobili, saranno costruite stazioni avanzate di GNC a Kaliningrad, Sovetsk e Chernyakhovsk. Altre tre stazioni sono previste a Kaliningrad. Inoltre, l’azienda sta per costruire stazioni di GNL nelle città di Gusev, Svetly, Pionersky e nell’insediamento di Novoselovo. Il governo regionale promuoverà l’espansione della flotta di veicoli a GNV per le imprese industriali, di trasporto e di taxi.

Sono stati firmati accordi per un maggiore uso del gas naturale come carburante per veicoli con Gleb Nikitin, governatore della regione di Nizhny Novgorod, e Ilya Tuzov, vice capo dell’amministrazione della regione di Lipetsk.

I documenti delineano azioni congiunte e coordinate per la costruzione di infrastrutture di rifornimento di gas naturale norvegese nelle diverse regioni in conseguenza alla crescita della flotta di veicoli a GNV, nonché la creazione di centri di conversione e manutenzione di veicoli a GNV.

È stata firmata una roadmap con Shamil Gafarov, Vice Primo Ministro della Repubblica del Tatarstan e Capo dell’Amministrazione del Gabinetto dei Ministri della Repubblica del Tatarstan, per la realizzazione di progetti di costruzione di un complesso di liquefazione del gas e di una rete di stazioni di rifornimento criogenico (per GNL e GNC).

Le parti individueranno i potenziali consumatori della regione e i volumi annuali di GNL necessari e selezioneranno quindi i futuri siti per gli impianti di GNL e per la rete di riempimento. Gazprom prevede di completarne la costruzione entro il 2022. Il governo del Tatarstan elaborerà uno speciale programma regionale per promuovere lo sviluppo del mercato del GNL.

La tabella di marcia per la cooperazione strategica sull’uso del gas naturale come carburante per veicoli è stata firmata con Pavel Lyakhovich, membro del consiglio di amministrazione – amministratore delegato di SIBUR.

In linea con il documento, Gazprom prevede di realizzare nel 2020 un progetto pilota per la costruzione di un’unità di rifornimento di veicoli a GNV a Tobolsk. Le parti definiranno ulteriori linee di cooperazione sulla base di questa esperienza.

Una tabella di marcia per l’attuazione del memorandum di cooperazione per l’uso del gas naturale come carburante per veicoli nei trasporti per via d’acqua è stata firmata con Georgy Antsev, presidente del consiglio di amministrazione – General Designer di Alekseev’s Hydrofoil Design Bureau.

In particolare, il documento prevede la stesura di specifiche tecniche per la progettazione di un motore marino a gas e di un sistema di stoccaggio del combustibile gassoso nelle navi ad alta velocità, la formulazione di soluzioni standard per il rifornimento di GNL nel trasporto in acque interne e la creazione di punti di rifornimento galleggianti per le navi fluviali da parte delle imprese nazionali. Le parti realizzeranno uno studio di fattibilità per il progetto pilota di costruzione e gestione di una nave alimentata a GNL (e non solo).

È stato firmato un accordo di cooperazione con Son Kyeongsu, direttore generale di Hyundai Motor Manufacturing Rus. L’ampliamento della gamma di veicoli a gas prodotti in Russia è uno dei settori chiave di questa cooperazione. Hyundai Motor Manufacturing Rus possiede uno dei più grandi impianti di produzione di automobili in Russia.

È stato firmato un accordo su settori strategici di cooperazione con Dmitry Strezhnev, direttore generale del gruppo United Machine Building Group. La cooperazione tra le parti sarà finalizzata, in particolare, a lanciare la produzione di nuovi modelli di attrezzature da carico e di attrezzature speciali alimentate a gas naturale, nonché a migliorare i relativi indicatori di prestazione. Particolare attenzione sarà dedicata alla formulazione di proposte relative alla sostituzione delle importazioni e alla produzione locale di apparecchiature a gas e componenti automobilistici.

Aleksey Samsonenko, Direttore Generale di Gazprom Bytovye Sistemy, ed Ezio Cavagna, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Cavagna Group S.p.A. (Italia), hanno firmato un Memorandum of Intent. Le parti esploreranno le possibilità di creare in Russia una joint venture per la produzione di apparecchiature per bombole a gas di vario tipo, attualmente acquistate all’estero da case automobilistiche nazionali. Particolare attenzione sarà data alla creazione di una produzione locale di componenti per tali apparecchiature.