L’azienda energetica nordica Gasum ha incaricato Value Clinic di condurre un’indagine su come i proprietari finlandesi e svedesi di veicoli commerciali pesanti considerino le questioni ambientali, così come le loro opinioni sulle varie soluzioni di carburante. Secondo i risultati, il 60% dei proprietari di flotte che hanno più di 16 autocarri considera il biogas come una valida opzione di carburante in Finlandia nel prossimo futuro, e il 33% dei proprietari svedesi di grandi flotte sono d’accordo. In entrambi i paesi, i proprietari di grandi flotte considerano il biogas come un’opzione più praticabile rispetto alle soluzioni ibride o elettriche.

“Sono molto felice che già oggi i proprietari di grandi flotte di Finlandia e Svezia riconoscano i vantaggi del GNL e del bio-LNG nel trasporto su strada. Se un’azienda con 16 autocarri passasse dai carburanti convenzionali al gas naturale, ciò significherebbe una significativa riduzione delle emissioni di gas serra, in quanto le emissioni annue di un veicolo pesante sono pari a quelle di 40-50 autovetture. Raccomando vivamente che anche i proprietari di piccole flotte prendano in considerazione la possibilità di effettuare il cambio. Questa sarebbe un’ottima soluzione per le aziende di trasporto per distinguersi in un mercato logistico altamente competitivo”, ha dichiarato Jukka Metsälä, Vice Presidente, Traffic, Gasum.

“Secondo l’indagine, i proprietari di flotte ritengono che i punti di forza del GNL e del bio-LNG siano il risparmio di carburante, la riduzione delle emissioni e la rete di stazioni di rifornimento in continua espansione.

I risultati mostrano che oltre la metà di tutti i proprietari di flotte in Finlandia e Svezia hanno assistito negli ultimi anni ad un aumento delle aspettative in termini di attenzione all’ambiente dei loro clienti. Inoltre, quasi il 60% degli intervistati finlandesi e l’82% di quelli svedesi ritengono che alcuni dei loro camion utilizzeranno un carburante a basse emissioni tra cinque anni e sono interessati a introdurre carburanti alternativi nelle loro operazioni.

“Le nostre osservazioni sono in linea con quelle dei proprietari delle flotte; c’è una crescente richiesta di soluzioni ecocompatibili nel trasporto pesante. È chiaro anche dai risultati che questa situazione non cambierà presto, poiché solo il 18% ritiene che la tutela dell’ambiente sia un fenomeno temporaneo”, ha commentato Jani Arala, Senior Manager, vendite, Traffic, Gasum.

Fonte: Gasum/ngvjournal.com