Air Liquide Japan ha aperto due nuove stazioni di idrogeno a Kita-Nagoya Yamanokoshi e a Kasugai Katsugawa. Queste aperture sono il frutto delle iniziative della regione di Chubu pensate per una società dell'idrogeno che utilizzi questo combustibile come energia nella vita quotidiana e per scopi industriali. Esse fanno anche parte del piano del governo che punta ad avere 200.000 veicoli a celle a combustibile sulle strade e 320 stazioni di rifornimento entro il 2025.

Entrambe le stazioni si trovano nella prefettura di Aichi, un'area che ha uno dei più grandi numeri di veicoli a idrogeno e stazioni (rispettivamente 1.100 e 25), insieme a Tokyo. L'area ospita anche l'industria automobilistica giapponese, e si prevede che il numero di veicoli aumenterà rapidamente in futuro, il che giustifica l'aumento del numero di stazioni e sta investendo in questa regione per una migliore esperienza del cliente e per soddisfare la crescente domanda.

Inoltre, i nuovi impianti di rifornimento sono situati in posizioni strategiche: la stazione di Kita-Nagoya Yamanokoshi si trova vicino alla National Route 22 e all'ingresso Ichinomiya Nishiharu della Nagoya Expressway Ichinomiya Route; mentre la stazione di Kasugai Katsugawa si trova vicino alla National Route 19 e all'ingresso/uscita Katsugawa della Nagoya Daini Kanjo Expressway.

Inoltre, queste stazioni a idrogeno, che funzioneranno nei fine settimana per una maggiore comodità dei clienti, sono progettate per essere scalabili, in modo da poter rifornire in futuro i veicoli commerciali, come taxi, autobus e camion.

Entrambe le stazioni sono state create come progetto congiunto tra Air Liquide Japan e Japan H2 Mobility, LLC (JHyM). Sono la quarta e la quinta stazione gestite congiuntamente da queste due società. Si prevede l'apertura di altre due stazioni nella prefettura di Aichi, come progetto congiunto con JHyM, nel corso di quest'anno fiscale.

Fonte: Air Liquide/ngvjournal.com