Il Centro per gli Ufficiali Fluviali, della Pesca e del Cabotaggio Marittimo della Repubblica Argentina e il suo Segretario Generale Julio González Insfrán hanno presentato un progetto per la costruzione di un rimorchiatore alimentato a GNL per il trasporto di grandi quantitativi di merci via fiume. L'iniziativa è in fase di ricerca di finanziamenti da capitali privati per la sua realizzazione nel cantiere navale di Río Paraná Sur.

L'entusiasmo generato da questo progetto è dovuto al fatto che questo tipo di imbarcazione permetterebbe di ridurre drasticamente l'impatto ambientale e i costi logistici del trasporto fluviale dei carichi, di sfruttare un combustibile ecologico che l'Argentina avrà in grande quantità dalle risorse di Vaca Muerta, e di attivare un forte fattore di competitività per il recupero della marina mercantile argentina, con la conseguente generazione di migliaia di posti di lavoro.

Secondo l'ingegnere e imprenditore Daniel De Monte, proprietario del cantiere navale Río Paraná Sur, responsabile del progetto tecnico del rimorchiatore 4500-6000HP, l'iniziativa potrebbe essere completata in circa un anno e mezzo, a partire dalla concessione del capitale necessario.

 “L'industria navale argentina è già in grado di realizzare il progetto. Non resta che definire i dettagli del finanziamento”, ha detto De Monte a proposito della costruzione del primo rimorchiatore a spinta 100% progettato e prodotto a livello nazionale, alimentato da un combustibile ecologico.

Fonte: ngvjournal.com