Mentre l'Europa partorisce la tanto attesa tassonomia includendo anche gas e nucleare tra le energie “green”, in Italia, i paladini delle diverse tecnologie sembrano non trovare un punto di incontro.

Nell'articolo pubblicato lunedì 24 gennaio 2022 dal quotidiano Il Foglio, Nicola Armaroli – dirigente di ricerca presso il Cnr e membro dell'Accademia nazionale delle scienze- e Andrea Zaghi – direttore generale di Elettricità futura- sostengono il ruolo dell'elettrico come settore trainante per la transizione energetica ma sottolineano la necessità di maggiori investimenti per l'installazione di gigawatt di rinnovabili.

Mariarosa Baroni – Presidente di NGV Italy e manager impegnata nel settore del gas da oltre quarant'anni- e Ugo Brachetti Peretti – presidente esecutivo di Italiana Petroli- sostengono invece il ruolo essenziale dei biocarburanti come unico vero strumento per una transizione ecologica progressiva ed efficace.

Nel corso della sua intervista, Mariarosa Baroni si esprime sull'equazione Decarbonizzazione= Elettrificazione: “si parla dell'elettrico come fosse una religione […] ma nessuno pretende dalle batterie il life-cycle assessment né ci viene spiegato come verranno gestiti riciclaggio e smaltimento” e continua “esistono soluzioni diversificate in base agli utilizzi e alle categorie coinvolte”.

L'idrogeno verde, prodotto da fonti rinnovabili, sembra però incontrare l'interesse di tutti, in particolar modo se applicato ai trasporti pesanti. Come sarà dunque il nostro Ecofuturo?

Leggi l'articolo completo qui:

 

 

 

 

 

 

 

 

Se sei abbonato a Il Foglio, leggi l'articolo completo qui: https://www.ilfoglio.it/economia/2022/01/24/news/la-guerra-dell-energia-elettrico-gas-nucleare-che-transizione-sara–3576433/